\\ Home Page : Articolo : Stampa
Quel paradiso di Trizonia News n 08
Di Admin (del 19/08/2012 @ 18:18:29, in articoli, linkato 15960 volte)
Bloccati su questa isoletta ammaliatrice...Vento 30/35 nodi che non molla nemmeno di notte...batterie carche...vendiamo energia ..alle altre barche..Faccio l'ormeggiatore...delle barche, quasi tutte 15 metri che arrivano ...a parte lo skipper gli altri passeggeri sembrano sbarcati...direttamente da casa...parabordi non messi sulla fiancata con cui accostano alla banchina, cime troppo corte o troppo sottili...manovre da brivido...per gli altri...che si concludono ...con un cupo clang per le barche di ferro...o con una profonda incisione lungo tutta la fiancata, per quelle di vetroresina...con Gianfranco facciamo le scommesse sui danni che riporterà il prossimo incauto incapace che cerca di prendere terra...io ormai urlo a tutti che vicino a me non c'è fondale...per evitare di farmi sventrare la barca...sono apparsi i primi italiani e qualche spagnolo...inutile dire che sono i piu' incapaci...equipaggi numerosi, chiassosi, non si sono distribuiti i compiti, per cui corrono in due o tre a fare la stessa cosa....e nessuno fa l'unica giusta...I tedeschi e gli inglesi...generalmente gia' ubriachi prima di approdare, sono comunque piu' cauti, in genere rinunciano all'assalto al molo e calano l'ancora...Ormai non c'è piu' posto per nessuno e i prossimi dovremo...cacciarli via..In mezzo a questo porticciolo, muta e triste testimonianza di un passato ugualmente difficile, c'è un bialbero di 15 metri affondato ,i cui alberi sporgono , ormai traversati , dall'acqua e dalla melma che sta inghiottendo lo scafo, di 5/6 metri, rendendo ancora piu' difficoltoso e pericoloso manovrare in uno specchi d'acqua così piccolo....Signore del porto è un imprenditore brianzolo , con un Amel nuovo di zecca, quindici metri e mezzo,( valore almeno un milione duecentomila euro), che ha comprato il vecchio "Yacht club" e lo sta ristrutturando per farne una villa...Si è comprato quasi tutti i giovani dell'isola, lavorano tutti per lui...chi fa il muratore...chi traghetta dalla terra ferma i materiali per ristrutturare la sua villa, chi fa da mangiare per tutti e lui si aggira, iroso ed accigliato che..i lavori vanno a rilento..naturalmente Gianfranco ed io lo pigliamo per il culo ma ..niente lui pare non capire...ha cercato ..prima di "metterci sotto" anche a noi, ora visto che non gli è riuscito cerca di ...allearsi e ci chiede pareri....Si è portato dietro la moglie, un po' oca ma gentile...la nipotina ed una ragazza di colore molto bellina...che per lui è davvero sprecata....E' arrivato un altro Italiano, un siciliano, anche lui navigatore solitario.. vecchio frequentatore dell'isola, .anche lui, poverino ha cercato di portarci dalla sua...ma Gianfranco è un individualista della madonna ed io lo sfasciacazzi che tutti sapete...in poche parole, anche lui, dopo un paio di tentativi andati a vuoto, ora viene a cercarci due volte al giorno per avere il nostro pare sugli accadimenti del giorno...Dell'amico Filippo, che è quello che ci avrebbe dovuto aspettare qui al nostro arrivo..non c'è traccia....lui la barca l'ha lasciata tutto l'inverno qui....doveva addirittura precederci...ma è ...scomparso...non risponde a nessun tentativo di contatto....Domani arrivano dall'Umbria i nostri charteristi...Dopo 41 mail di spiegazioni, non siamo sicuri che non si perdano , percio' andiamo a prenderli con il bus a Patrasso...La nostra segretaria greca, Theasis, gia' li odia senza averli ancora conosciuti di persona, per le volte che ha dovuto scrivere mail per precisare come si arriva a Trizonia in bus, dove parte, quanto costa il biglietto, dove si scende..ecc...Noi , d'altro canto cominciamo ad avere un po' paura ad imbarcarli,per ..l'incolumita' delle nostre barche... e , pertanto , insieme al pescatore Spiro, nostro amico, stiamo mettendo a punto la nuova teoria del professor Anghellopoulos, dell'Universita' di Atene, i cui recenti studi dimostrerebbero, inconfutabilmente, che Trizonia è...Itaca...Tutto depone a favore di questa teoria...abbiamo trovato la fontanella dove il cane Argo ha riconosciuto Ulisse, il casotto dei maiali del vecchio Porcaro, e meraviglia, le rovine dello Yacht club, che il nostro amico Giordy ( l'imprenditore brianzolo che ne sta facendo la sua villa), sarebbero quelle della Reggia, dove Penelope tesseva ed aspettava il nostro eroe....D'altronde i Proci venivano dalla terraferma, distante solo 800 metri...Addirittura negli scavi della fantomatica Villa stanno emergendo "fusaiole" ascrivibili, non già a molle di reti di vecchi materassi, ma a pezzi di telaio di Penelope...Perche' tutto questo , vi chiederete? ma per tenere qui nell'isola i nostri ospiti, ,noi risparmiandoci 65 miglia di bolina dura per risalire fino ad Itaca, loro per garantirsi una vacanza priva di pericoli...Il motorino ha il pieno di miscela per quello che voleva venire in BMV, certo non sara' uguale...ma il divertimento sui sentieri sterrati dell'isola è assicurato, .alla coppia abbiamo dedicato un gommone, meglio quello di Gianfranco, (il mio è piu' nuovo!), con la proibizione tassativa di avvicinarsi all'imboccatura del porto per non essere spinti in mare aperto...al surfista...Gianfranco sta costruendo, con tavole e materiali di risulta, un bel giocattolo con cui divertirsi....Insomma siamo prigionieri dei venti e degli ..eventi... Abbiamo saputo che in autunno, il vento , non cala, ma finalmente cambia direzione....sara' allora il momento per mettere la prua a nord...Ma insomma , se proprio non volete venire a trovarci in questo pezzo di paradiso, almeno ...fate una colletta ( percio' questa mail la invio a tutti, perche' possiate mettervi d'accordo) e mandateci un paio di Sirenette , per tenerci compagnia....altrimenti...rischiamo davvero di impazzire!!!!